Biblioteche in Lombardia

Guglielmo Achille Cavellini

}}

Dopo una prima attività artistica come pittore, negli anni quaranta e cinquanta diviene uno dei maggiori collezionisti dell'astrattismo contemporaneo italiano, fino ad instaurare con i protagonisti di tale corrente un profondo rapporto di mecenatismo ed amicizia, esperienza che culmina nella celebre mostra ''Pittori moderni dalla collezione Cavellini'', allestita presso la Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea di Roma nel 1957. In seguito Cavellini torna all'attività di artista con opere che spaziano dal dadaismo alla performance art alla mail art, di cui diviene uno dei principali esponenti con le ''Mostre a domicilio'' e le opere ''Andata/ritorno'', e nel 1971 inventa l'''Autostoricizzazione''. È inoltre autore dei libri ''Arte astratta'' (1959), ''Uomo pittore'' (1960), ''Diario di Guglielmo Achille Cavellini'' (1975), ''Incontri/scontri nella giungla dell'arte'' (1977) e ''Vita di un genio'' (1989).
Mostra 1 - 12 di 27 ricerca: 'Cavellini, Guglielmo Achille', tempo di risposta: 0.15sec
1 2 3 4
5 6 7 8
9 10 11 12
Strumenti per la ricerca: Feed RSS Invia questa ricerca per email